“Se ho dei debiti con il Fisco, quest’ultimo può aggredire la mia casa quando vuole o ha dei limiti?”

Quella che leggi sopra è una delle domande che ti fai più spesso quando devi dei soldi all’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Per non farti perdere tempo ti do subito la risposta:

Il Fisco può minacciare la tua abitazione SOLO in determinati casi (quindi NON può farlo sempre).

In questo articolo vedremo quali sono e, soprattutto, quali alternative hai per risolvere i tuoi problemi con l’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Ma prima di tutto

Mi presento:

Mi chiamo Andrea Gamberi e, assieme alla mia squadra, “coltello tra i dentilottiamo ogni giorno per risolvere i problemi di soldi delle persone che hanno debiti con le Banche, con le Finanziarie e con ex-Equitalia.

Sono anche autore del libro Bestseller Negoziare con la Banca.

Una cosa che capita di frequente…

Mi capita spesso di parlare con persone che si lamentano del fatto che l’Agenzia delle Entrate-Riscossione (ex Equitalia) abbia ipotecato le loro case.

Sono furiose perché hanno letto su internet che esiste una Legge che vieta “di aggredire” la casa da parte del Fisco…

Vogliono conferme e rassicurazioni da chi ne sa di più di loro.

Ed in effetti hanno ragione:

l’Agenzia delle Entrate-Riscossione NON può fare come le pare e piace:

Il Fisco NON può ipotecare o pignorare la tua casa come potrebbero fare gli altri tuoi creditori “privati” (per esempio, le banche, le finanziarie ecc.).

Questo perché esiste davvero una Legge che glielo vieta!

Prima di poter agire contro di te, lo Stato deve verificare che siano stati rispettati alcuni requisiti chiave.

Tutto parte dall’iscrizione dell’ipoteca sulla tua casa

Per poter pignorare la tua abitazione (e, di conseguenza, per metterla all’Asta), l’Agenzia delle Entrate-Riscossione deve, PRIMA di tutto, iscriverci sopra un’ipoteca.

Ma, anche qui, NON può farlo come e quando le pare.

La Legge le impone di poter ipotecare la tua casa SOLO quando:

  • il debito complessivo SUPERA i 20.000 euro;
  • l’Ente ti ha informato di quello che sta per fare inviandoti, almeno 30 giorni prima, l’avviso di ipoteca. 👈

Quindi:

Se il tuo debito è inferiore a 20.000 euro oppure se l’Agenzia delle Entrate-Riscossione NON ti ha comunicato nulla, NON può ipotecare la tua casa e, di conseguenza, NON può mettertela all’Asta.

Fine del discorso.

Puoi anche smettere di leggere questo articolo.

Se, però, il tuo debito con il Fisco supera i 20.000 euro e ti è stato correttamente comunicato il fatto che stanno per ipotecarti la tua abitazione… allora questo potrebbe essere il primo passo per trovartela in vendita.

In questo caso ti consiglio di continuare a leggere perché, per poterti mettere in vendita la casa, il Fisco deve passare per una seconda fase

E questa seconda fase riguarda il Pignoramento della tua abitazione.

Solo DOPO aver iscritto ipoteca, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione potrà procedere a pignorare la tua casa (se non conosci la differenza tra ipoteca e pignoramento, ho scritto questo articolo per te).

Articolo correlato:   Perché mi trovo la casa all'Asta anche se sto facendo causa alla Banca?

Anche qui, se l’ex Equitalia vorrà procedere in questo senso (pignorandoti la casa) dovrà PRIMA verificare che siano rispettati 4 requisiti.

I 4 requisiti per cui il Fisco può pignorarti casa:

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione può pignorarti la tua abitazione SOLO SE:

  1. PRIMA ha iscritto ipoteca su quella casa (come abbiamo detto sopra);
  2. l’importo del tuo debito è superiore a 120.000 euro;
  3. il valore complessivo degli immobili (case, uffici, terreni… ecc.) di cui sei proprietario supera i 120.000 euro;
  4. non si tratta della tua unica abitazione (o di quella in cui hai la residenza).

Piccolo trucchetto…

La prima cosa che puoi fare se hai un debito con l’Agenzia delle Entrate-Riscossione e vuoi evitare di avere la casa ipotecata, è quella di portare il tuo debito al di sotto del limite fissato dalla legge facendo dei pagamenti parziali.

Per esempio, se devi 22.000 euro al Fisco e vuoi impedire che questo ti ipotechi la casa, potresti fare un pagamento di 3.000 euro in modo tale da riportare il tuo debito sotto il limite previsto dalla Legge.

In sostanza devi usare la norma contro l’Agenzia per impedirle di agire contro di te.

Ma stai molto attento:

Gli interessi che applica l’Agenzia delle Entrate-Riscossione ai crediti che riscuote sono molto alti. In poco tempo un debito di 19.000 euro può ritornare a superare i 20.000 euro.

Quindi, se decidi di seguire il consiglio che ti ho dato poco fa devi evitare di scordarti del tuo debito e fare in modo che NON superi MAI la soglia limite per l’iscrizione dell’ipoteca.

Perché devo evitare di farmi iscrivere ipoteca sulla mia casa?

Se il Fisco iscriverà ipoteca sulla tua abitazione allora NON sarai più libero di venderla a chi ti pare.

Per poterla cedere a qualcuno (sia vendendola che donandola) dovrai prima pagare il tuo creditore mentre, se riuscissi ad evitare l’iscrizione dell’ipoteca da parte dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, potresti continuare ad essere libero di disporre delle tue cose come vuoi tu, senza limitazioni di sorta da parte di quest’ultima.

Ora, però:

Facciamoci qualche domanda:

Se quella che abbiamo appena visto è la norma:

“Come mai così tante persone si lamentano che il Fisco ha violato la Legge ed ha ‘aggredito’ i loro beni anche se non lo poteva fare?”

Stanno tutti commettendo un illecito?

Se fosse così, i Tribunali sarebbero intasati dalle cause dei debitori che vorrebbero bloccare l’operato del Fisco.

La realtà è un po’ diversa:

Di solito le persone confondono l’iscrizione della sola ipoteca con l’atto di pignoramento.

Come detto sopra, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione può iscrivere ipoteca sulla tua casa solo quando il proprio credito è di almeno 20.000 euro.

MA può pignorare quell’abitazione SOLO quando il suo credito supera i 120.000 euro e sono rispettati anche gli altri 3 requisiti.  

Che cosa significa questa cosa?

Significa che, come chiunque altro, anche l’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha il diritto di tutelare i propri crediti.

Articolo correlato:   Ipoteca vs. Pignoramento: differenze e peculiarità

Può farlo mettendo un’ipoteca sulla tua casa (oltre a poterti pignorare lo stipendio, il conto corrente ecc.).

L’ipoteca in se, però, è solo una garanzia.

L’ipoteca NON comporta che la tua casa venga venduta all’Asta in maniera automatica.

Come ti ho già detto sopra, avere un’ipoteca iscritta sulla tua abitazione ti impedisce SOLO di venderla (o donarla) ad un’altra persona senza che prima venga pagato il debito per cui è stata messa dal Fisco.

Il “Pignoramento”, invece, è un’altra cosa… con il pignoramento si inizia a percorrere la strada che ti porterà a perdere la tua casa all’Asta.

È il Pignoramento la cosa che ti crea più danni.

Qui le cose sono differenti…

Visto che con il pignoramento si mette in moto l’iter che terminerà con la vendita all’Asta della tua casa, per poter procedere lungo questa strada, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione DEVE rispettare TUTTI e 4 i predetti requisiti.

All’atto pratico la norma vuole impedire al Fisco di abusare del proprio potere in danno delle persone che sono in difficoltà economiche (come, purtroppo, accadeva prima dell’inserimento di questa Legge).

Quali sono le cose da valutare se hai un debito con il Fisco?

Quando hai un debito nei confronti dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione (ex Equitalia) 

  • minore di 20.000 euro, allora l’Agenzia delle Entrate-Riscossione NON potrà iscrivere ipoteca sulla tua casa;
  • compreso tra i 20.000 euro ed i 120.000 euro, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione potrà iscrivere ipoteca sulla tua casa e potrà intervenire (aggiungendosi) in una vendita all’Asta già avviata da un altro creditore (ma non potrà dare avvio ad una vendita in maniera autonoma);
  • superiore a 120.000 euro, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, sempre nel rispetto dei quattro requisiti visti prima, potrà ipotecare e pignorare la tua casa mettendola in vendita direttamente, come creditore procedente.

Il mio consiglio quando hai un debito con il Fisco:

Con l’Agenzia delle Entrate-Riscossione NON si scherza.

A differenza degli altri creditori che, magari, alla fine si arrendono e rinunciano a cercare di riottenere indietro i soldi che devi loro, il Fisco NON si arrenderà MAI e, purtroppo, il tuo debito sarà destinato a crescere a dismisura a causa degli interessi che maturerà nei tuoi confronti.

Avere un debito con l’Agenzia delle Entrate-Riscossione equivale ad avere un bersaglio disegnato sulla propria schiena.

Per questo motivo:

Se hai un problema con il Fisco NON lo sottovalutare MAI.

Trova un professionista che sia in grado di aiutarti MA guardati dagli approfittatori.

Ricordati sempre che, per ogni problema esiste una soluzione… basta solamente avere gli occhi abbastanza allenati per vederla.

Questo vuol dire che, se il tuo avvocato non ha ancora capito quale sia la soluzione giusta per te, allora forse è il casi che inizi a valutare la possibilità di CAMBIARE AVVOCATO.

La mediocrità di chi ti assiste ti porterà solo con il sedere per terra.

Pensaci molto bene…

Richiedi subito un appuntamento gratuito e senza impegno per valutare la tua situazione.
Non aspettare: fai qui e ora il primo passo per risolvere il problema dei debiti definitivamente e tornare finalmente a vivere in serenità.

Se vuoi conoscere uno strumento molto utile per difendere i tuoi interessi (e quelli della tua famiglia) dalle pretese dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione allora devi dare un occhio a questo articolo.

Articolo correlato:   I 3 segreti per vendere casa anche se hai debiti con Equitalia

Fallo subito, non te ne pentirai.

Riassumendo:

In questo articolo hai visto COME e QUANDO l’Agenzia delle Entrate-Riscossione può ipotecare o pignorare la tua casa.

Hai anche capito che il Fisco NON può fare come gli pare.

Hai visto come funzionano queste norme e come puoi fare per usarle a tuo favore.

Ricordati sempre che l’ipoteca è SOLO una garanzia e che, di fatto, non ti crea grossissimi problemi.

Il pignoramento, invece, è una COSA SERIA. Per quanto possibile dovresti sempre evitarlo “come la peste“.

Con il pignoramento rischi di perdere tutto.

Se hai un problema con l’Agenzia delle Entrate-Riscossione NON devi perdere tempo.

Ricordati che esistono dei modi per risolvere il tuo problema: uno di questi potrebbe essere la Legge 3/2012.

Concludendo:

⚠ Per aiutarti a risolvere i tuoi guai con le Banche, io e il mio team abbiamo creato Pronto Soccorso Debiti, un piccolo manuale che è stato pensato per fornirti SUBITO un aiuto immediato e a costo ZERO.

Proprio come un vero Pronto Soccorso, lì potrai trovare informazioni utili per risolvere TUTTI i tuoi problemi di soldi con Banche e Finanziarie.

👉 Puoi scaricarlo GRATIS qui.

Come avrai già capito da te, in questo blog ti fornisco gratuitamente informazioni e risorse che possono aiutarti ad uscire dal tunnel oscuro del debito.

Lo faccio perché credo che ci sia sempre una soluzione ad ogni problema e, spesso, basta veramente poco per tornare a vivere una vita serena.

Meriti anche tu di tornare a vivere felice

Se vuoi rimettere in sesto la tua vita, oltre a scaricare la guida definitiva Pronto Soccorso Debiti, hai altre 3 scelte:

  1. contattarci direttamente per farti aiutare da noi.
  2. acquistare il libro Negoziare con la Banca (dove fornisco un sacco di dritte per risolvere tu stesso i tuoi problemi economici) 👈
  3. entrare subito a far parte della mia community registrandoti qui 👈

⭕ In quest’ultimo caso, ti manderò ogni settimana tante preziose informazioni, case history e piccoli trucchi che ti saranno molto utili per far sì che i tuoi problemi con le Banche siano solo un brutto ricordo.

⭕ Se vuoi che io dia una risposta ad una tua domanda, scrivimela semplicemente nei commenti qui sotto ed io lo farò nel più breve tempo possibile.

⭕ Metti un bel LIKE alla nostra pagina Facebook e seguici per essere sempre aggiornato su tutti i nuovi articoli in uscita.

Se ti è stato utile, condividi!