Casa venduta all’Asta: devo andare via subito?

Richiedi subito un appuntamento gratuito e senza impegno per valutare la tua situazione.
Non aspettare: fai qui e ora il primo passo per risolvere il problema dei debiti definitivamente e tornare finalmente a vivere in serenità.

“La mia casa è stata venduta all’Asta… mi mandano via subito?”

Questa è una delle prime domande che ti fai se la tua casa è stata venduta dal Tribunale per colpa dei tuoi problemi di soldi con le Banche o le Finanziarie.

In questo video capirai come funziona la cosa e avrai anche qualche consiglio per prevenire la situazione.

Iscriviti al canale YouTube

[trascrizione testo del video]

Il dramma più grande che ti trovi ad affrontare quando hai debiti con le Banche e la casa all’Asta è quando ti dicono che la tua abitazione è stata venduta.
 
In quel momento ti si ferma il cuore e prendono forma nella tua mente mille domande e un’infinità di angosce…
 
E adesso che faccio? Come lo dico ai miei figli? Mi posso opporre in qualche modo a questa cosa?
 
Ma, soprattutto, la domanda che ti fai più spesso è:
 
Quanto tempo ho per andare via da qui?
 
In questo video voglio dare una risposta a qualcuno di questi quesiti. Innanzi tutto ti dico una cosa… anche se la tua casa è stata venduta all’asta, questo non vuol dire che la tua vita sia finita.
 
Lo so, è difficile accettare di aver perso la propria abitazione, il proprio rifugio sicuro, ma purtroppo queste cose capitano e, il più delle volte sei tu che devi farti coraggio per trasmetterne un po’ anche alla tua famiglia.
 
Quando riesci a fare questa cosa le difficoltà del momento si superano meglio.
 
E questo te la dico perché, purtroppo, molte persone si rivolgono a noi quando ormai è troppo tardi per aiutarle e l’unica cosa che ci resta da fare è confortarle per quello che hanno perduto.
 
Ma adesso veniamo a noi:
 
Una delle prime domande che ti fai se ti trovi in questa situazione è:
 
NON C’È UN MODO PER OPPORMI A QUESTA COSA?
 
Ora…
 
A parte pochissimi casi in cui il Tribunale ha commesso qualche errore (ma te lo assicuro… sono casi molto rari), una volta che la tua casa è stata aggiudicata all’Asta ed è stato pagato il prezzo chiesto dal Giudice, NON c’è un modo per impedire che ti mandino via da lì.
 
Come ti spiegavo in quest’altro video, neppure la presenza di bambini piccoli, anziani o disabili impedisce al Magistrato di mandarti via da casa tua.
 
 
Detto questo, passiamo alla domanda che ti fai subito dopo:
 
ok… ma, TRA QUANTO MI MANDANO VIA?
 
E qui la cosa diventa complicata perché NON è facile darti una risposta precisa.
 
Mi spiego meglio
 
Come avrai sicuramente capito anche da te, uno dei più grandi problemi che abbiamo in Italia è che, quando si ha a che fare con un Tribunale, NON ci sono tempi certi.
 
Tutto dipende sempre:

– dal carico di lavoro del Giudice,
– dalle tempistiche dei Cancellieri,
– dalla velocità dei Delegati alla Vendita o dei Custodi
– e da altri mille fattori che non puoi in alcun modo prevedere o controllare.
 
Il punto è che: TUTTO È RELATIVO.
 
In conseguenza di questa cosa ti avverto subito che le tempistiche a cui farò riferimento, rappresentano una MIA esperienza personale, maturata nel campo delle esecuzioni immobiliari.
 
 
Le fasi che si devono superare prima che ti venga chiesto di andare via da casa tua sono tre:
 
La prima è quella che va dal momento in cui la persona che ha partecipato all’asta si è aggiudicata la tua casa al momento in cui avrà pagato interamente la tua abitazione.
 
Questa fase può durare fino a 4 mesi, in quanto l’acquirente ha massimo 120 giorni di tempo per versare il saldo prezzo.
 
 
Una volta che quella persona avrà pagato completamente la tua abitazione al Tribunale allora si entra nella seconda fase.
 
Per ufficializzare la vendita il Giudice deve emettere il Decreto di Trasferimento.
 
Questo documento è un po’ il corrispettivo dell’atto di compravendita che ti fa il notaio quando compri casa… solo che lo redige il Magistrato e non ha bisogno che tu partecipi in alcun modo.
 
Ora… per sapere quanto tempo passa prima che il Giudice rediga questo documento ci vuole la sfera di cristallo.
 
Ogni Magistrato ha i suoi tempi e, di conseguenza, se ti dicessi che in media ci può volere 1 mese, sparerei una cifra a caso.
 
Ho visto dei Giudici fare tutto in meno di una settimana mentre altri ci hanno messo più di tre mesi.
 
Quindi va un po’ a fortuna.
 
 
Poi si passa alla terza fase… quella della liberazione vera e propria.
 
Dopo che il Giudice avrà emesso il Decreto di Trasferimento della tua casa, di solito potresti avere a disposizione circa 120 giorni di tempo per andartene via da lì.
 
 
Quindi, facendo due conti, da quando la persona che ha partecipato all’Asta di casa tua si è aggiudicata la tua abitazione al momento in cui dovrai andare via da lì potrebbero passare circa 8/9 mesi.
 
Tanto, poco… dipende da caso a caso
 
E comunque tieni in considerazione che ogni situazione è differente e che i tempi potrebbero variare molto da Tribunale a Tribunale o da Giudice a Giudice.
 
 
A questo punto, l’ultima domanda che ti potrebbe venire in mente è:
 
Ok… MA SE NON ME NE VOGLIO ANDARE?
 
Anche se ti capisco benissimo e comprendo le tue motivazioni, ti consiglio di seguire le disposizioni del giudice e abbandonare CON LE BUONE casa tua.
 
Se non lo fai e ti ribelli, allora rischi che il Magistrato chieda lo sgombero dell’immobile attraverso l’interventi delle forze di polizia e, ti assicuro, che questa NON è una bella esperienza da fare… soprattutto se hai figli piccoli che potrebbero assistere alla scena.
  
Ora..
 
Visto che, come ti ho detto poco fa, ci potrebbero essere moltissimi fattori a complicare la stima sulle tempistiche di liberazione della tua casa, per evitare errori puoi
 
CHIEDERE informazioni al Custode Giudiziario.
 
Nel caso in cui il custode giudiziario non fosse ancora stato nominato oppure non riesca a darti notizie utili, ti potrai informare presso la Cancelleria Delle Esecuzioni Immobiliari presente all’interno del Tribunale.
 
 
A questo punto ti do un CONSIGLIO:
 
Non aspettare di trovarti nella situazione di cui abbiamo parlato oggi e, cioè, non aspettare che la tua casa sia venduta dal Tribunale prima di cercare di trovare una soluzione ai tuoi problemi di soldi con le Banche.
 
Il tempo è una risorsa molto importante quando ti trovi con la casa all’Asta… se lo sprechi rischi di trovarti in mezzo ad una strada, con il sedere per terra e alla canna del gas.
 

In ultimo:

⚠ Per aiutarti a risolvere i tuoi guai con le Banche, io e il mio team abbiamo creato Pronto Soccorso Debiti, un piccolo manuale che è stato pensato per fornirti SUBITO un aiuto immediato e a costo ZERO.

Articolo correlato:   Cancellarsi dalla CRIF: come si fa?

Proprio come un vero Pronto Soccorso, lì potrai trovare informazioni utili per risolvere TUTTI i tuoi problemi di soldi con Banche e Finanziarie.

👉 Puoi scaricarlo GRATIS qui.

Sono convinto che OGNI problema possa essere risolto MA, per poter vincere la guerra, DEVI prima conoscere il tuo nemico.

Proprio per questo ti fornisco gratuitamente informazioni e risorse che possono aiutarti a capire meglio quello che ti sta capitando intorno.

Se vuoi rimettere in sesto la tua vita, oltre a scaricare la guida definitiva Pronto Soccorso Debiti, hai altre 3 scelte:

  1. contattarci direttamente per farti aiutare da noi.
  2. acquistare il libro Negoziare con la Banca (dove fornisco un sacco di dritte per risolvere tu stesso i tuoi problemi economici) 👈
  3. entrare subito a far parte della mia community registrandoti qui 👈

⭕ In quest’ultimo caso, ti manderò ogni settimana tante preziose informazioni, case history e piccoli trucchi che ti saranno molto utili per far sì che i tuoi problemi con le Banche siano solo un brutto ricordo.

⭕ Se vuoi che io dia una risposta ad una tua domanda, scrivimela semplicemente nei commenti qui sotto ed io lo farò nel più breve tempo possibile.

⭕ Metti un bel LIKE alla nostra pagina Facebook e seguici per essere sempre aggiornato su tutti i nuovi articoli in uscita.

Se ti è stato utile, condividi!

Il Gruppo KT si occupa di risolvere i problemi in campo immobiliare negli scenari di pignoramento, esecuzioni immobiliari o Aste Giudiziarie. Unendo l’esperienza di professionisti da vari settori di competenza, formuliamo la strategia giusta per ogni singolo caso.

Contattaci subito su WhatsApp

oppure

Contattaci
Non è necessario che ci lasci dati sensibili o i dettagli della tua situazione personale in questo modulo. Puoi semplicemente farci sapere che vuoi parlare con noi, ti contatteremo e/o fisseremo un apputamento con te senza alcun impegno.

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/lfenmcuy/public_html/web/kt/website/wp-includes/functions.php on line 5420

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/lfenmcuy/public_html/web/kt/website/wp-content/plugins/iubenda-cookie-law-solution/iubenda_cookie_solution.php on line 743